Martedì, Settembre 29, 2020
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Notizie, informazioni, una pagina per commentare e conoscere il nucleare nel mondo

ARGOMENTO: Nucleare su Marte

Nucleare su Marte 8 Anni 1 Mese fa #13

  • Evan
  • Avatar di Evan
  • OFFLINE
  • Amministratore
  • Messaggi: 50
  • Karma: 2
La mattina del 6 agosto l'energia nucleare sbarcherà su Marte: alle 6,31 (ora italiana), salvo complicazioni nella delicata manovra di discesa, il nuovo rover della Nasa Curiosity (nella foto) toccherà la superficie del pianeta rosso. A bordo avrà un "motore nucleare", fornito dal Dipartimento dell'energia (Doe) degli Stati Uniti, che gli consentirà di muoversi ed espletare la sua missione: cercare tracce di acqua ed eventualmente di vita.

Non è la prima volta che l'energia nucleare viene sfruttata per le missioni spaziali: anzi, il Doe ha spiegato che è già la ventottesima volta. Mai però l'energia nucleare era stata usata per la propulsione di un veicolo sulla superficie di Marte: i precursori più piccoli di Curiosity, i robottini Spirit e Opportunity, si muovevano grazie a pannelli solari e a batterie agli ioni di litio.

La batteria nucleare di Curiosity non sfrutta la fissione nucleare, come accade nelle centrali nucleari e nei reattori che alimentano per esempio portaerei e sottomarini atomici. Per il veicolo marziano basta una forma di energia nucleare più modesta: un generatore a decadimento radioisotopico. In pratica, il dispositivo genera elettricità a partire dal calore prodotto dal decadimento radioattivo del plutonio 238, senza reazioni di fissione.

Per il futuro, il Doe sta già pensando invece a veri e propri reattori a fissione nucleare per rifornire di energia le future basi da costruire sulla Luna o su Marte: per questo ha già avviato da alcuni anni un progetto guidato da James Werner, ingegnere dell'Idaho National Laboratory.

Rispetto all'energia solare, come spiega Werner, «la differenza più grande è che i reattori nucleari sono in grado di produrre energia in ogni situazione. La fissione nucleare produce energia in grandi quantità e in modo continuativo anche di notte e in ambienti estremi come la Luna o Marte».

Paolo Gangemi

fonte: www.nuclearnews.it/news-2973/nucleare-su-marte/
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Nucleare su Marte 7 Anni 10 Mesi fa #14

  • Alberto R.
  • Avatar di Alberto R.
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Probabilmente sarà una delle ultime sonde USA ad usare un RPG.
La Nasa ha quasi finito il plutonio necessario e gli USA hanno ormai smantellato tutti i reattori che lo producevano. Un vero peccato.

I russi in passato utilizzavano RPG anche per alimentare fari in località remote.
Altri tempi, oggi il plutonio è bau-bau e ogni suo utilizzo purtroppo super-osteggiato dall'opinione pubblica (ignorante).
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Nucleare su Marte 7 Anni 9 Mesi fa #36

  • Faber
  • Avatar di Faber
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • Messaggi: 24
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 5
Mah.. sono all'antica..
Mi hanno abituato a pensare in una maniera lineare.
Sono convinto che se servirò ancora Plutonio, indipendentemente dalla quantità, qualcuno lo produrrà e qualcuno lo comprerà.
:)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Nucleare su Marte 7 Anni 8 Mesi fa #56

  • Serraino
  • Avatar di Serraino
  • OFFLINE
  • Amministratore
  • Messaggi: 8
  • Karma: 5
A me l'idea che il plutonio sia 'scomunicato' sembra più che altro un consunto retaggio dell'oscurantismo antinucleare tutto italiano, che ci affligge da oltre un quarto di secolo e che oggi comincia ad essere squarciato dalla ribellione di molti giovani e giovanissimi sempre più consapevoli di quanto la fobia del nucleare abbia rovinato il loro presente e il loro futuro!

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.393 secondi